I colori del sangue mestruale e il nostro stato di salute
Le perdite vaginali e mestruali sono un indicatore dello stato di salute delle donne: perdite di colore anomalo – insieme ad altri indicatori – ci avvisano che ci potrebbero essere infezioni in corso, oppure che potremmo aver adottato uno stile di vita e/o alimentare poco salutare o stressante. Spesso i tabù che accompagnano le secrezioni […]
Condividi questo articolo:

Le perdite vaginali e mestruali sono un indicatore dello stato di salute delle donne: perdite di colore anomalo – insieme ad altri indicatori – ci avvisano che ci potrebbero essere infezioni in corso, oppure che potremmo aver adottato uno stile di vita e/o alimentare poco salutare o stressante.
Spesso i tabù che accompagnano le secrezioni corporali sono molto forti e per alcune donne la prima reazione di fronte ai nostri fluidi, specie quelli mestruali, è il disgusto. È importante familiarizzare con i propri secreti: fanno parte di noi e contribuiscono al corretto funzionamento del nostro corpo. Osserviamoli con cura mese dopo mese, per comprendere al meglio lo stato di salute del nostro organismo.

Le sfumature delle mestruazioni

In base al momento del ciclo mestruale in cui ci troviamo, il nostro sangue può assumere colorazioni differenti che variano dal nero al rosa. La maggior parte di queste sfumature, così come il fatto che si alternino tra di loro all’interno della stessa mestruazione oppure cambino da una mestruazione a quella successiva, è assolutamente normale. Siamo tutte diverse e ciascuna di noi, osservandosi nel tempo, avrà modo di capire i propri colori e odori predominanti.
Ricordiamo che il sangue mestruale non è sangue “puro”: si tratta delle mucose uterine che, distaccandosi dalla parete, sono accompagnate da una perdita di sangue. Per questo motivo il sangue mestruale ha una fluidità diversa rispetto al sangue che sgorga da una ferita cutanea, e potrebbero anche avere un colore differente.

Nero, marrone e rosso scuro: il processo di ossidazione del sangue

Non allarmiamoci se le perdite sono marrone scuro (tendente al nero) o rosso scuro durante l’inizio o la fine delle mestruazioni. Durante la mestruazione, i frammenti di endometrio (la parete che riveste l’utero, che si inspessisce per poter accogliere un eventuale ovulo fecondato) si staccano portando con sé delle perdite di sangue. Quando la perdita è scarsa, il sangue esce molto lentamente e nel frattempo l’emoglobina (la proteina che trasporta l’ossigeno contenuta nei globuli rossi) si ossida virando dal rosso vivo ai toni scuri. Anche i coaguli di sangue che si presentano con tonalità scure hanno subito questo processo e sono normali durante i giorni del ciclo in cui il flusso è più abbondante.
Riassumendo, i vari toni di colori scuri indicano che la quantità di sangue perso è scarsa ed è uscito lentamente dalle vie genitali. In assenza di elementi anomali, questa caratteristica di per sé è normale e non patologica.

Rosso brillante

Il sangue di color rosso brillante indica che si tratta di sangue fresco, che non ha fatto in tempo ad ossidarsi. Tendenzialmente questo colore lo notiamo tra il secondo e il terzo giorno di ciclo, quando il rivestimento uterino si stacca più velocemente. Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad una colorazione normale.

Rosa

Può capitare che, durante la fase ovulatoria, ci siano delle leggere perdite di muco cervicale accompagnate da una debolissima perdita di sangue, che come risultato danno il colore rosa.
Se queste perdite però si presentano in modo irregolare senza uno schema fisso, oppure durante la gravidanza, è opportuno consultare una ginecologa o un’ostetrica il prima possibile.

Grigio e arancione: fate attenzione!

Nel caso in cui ci fossero delle macchie di colore grigio, è importante consultare il medico il prima possibile: potrebbe segnalare la presenza di una vaginosi o (nei casi più gravi) malattie come il cancro. Di solito le perdite potrebbero essere accompagnate anche da altri sintomi, come prurito, minzioni dolorose e odore vaginale insolito e maleodorante. Se invece le perdite grigie sono accompagnate anche da pezzettini di tessuto potrebbe trattarsi di un aborto spontaneo.
Anche le perdite arancioni sono da tenere sotto controllo medico: questa colorazione deriva in genere dalla mescolanza tra muco cervicale e sangue, ed è spesso indice di un’infezione batterica. Solitamente è accompagnata anche da altri sintomi come prurito o odore sgradevole.

Un cenno sullo spotting

Finora abbiamo parlato quasi solo di perdite legate alle mestruazioni. Che dire invece delle scarse perdite di sangue, in genere scure, che si presentano tra una mestruazione e l’altra? Questo fenomeno si chiama spotting (dall’inglese “to spot”, macchiare) ed indica che c’è qualcosa da tenere sotto controllo: potrebbe trattarsi di un sintomo di un’infezione sessuale in corso, di un forte squilibrio ormonale, oppure essere il segno precoce della gravidanza, chiamato “sanguinamento d’impianto”.

Stress e sangue mestruale

Possono capitare momenti in cui si è particolarmente stressate: preoccupazioni, cattivi pensieri e stili di vita poco salutari influenzano l’intero organismo e naturalmente anche il ciclo mestruale. Quando dobbiamo affrontare una situazione stressante “occasionale”, i livelli di cortisolo e adrenalina aumentano naturalmente per darci la carica, ma se lo stress diventa cronico questi ormoni alleati diventano nemici. Gli “ormoni dell’allarme” influenzano il progesterone (ormone che stabilizza il ciclo) e l’ovulazione. Per questo motivo in condizioni di forte stress sono frequenti, ad esempio, irregolarità del ciclo e mestruazioni ravvicinati (polimenorrea), in genere anovulari (ossia senza ovulazione).

Nota: Questo articolo vuole solo offrire degli spunti di riflessione sull’osservazione dei propri fluidi mestruali e vaginali. In caso di anomalie riguardanti il colore, la consistenza, l’odore e la frequenza delle perdite del proprio ciclo mestruale, sarebbe opportuno rivolgersi ad una ginecologa o ad un’ostetrica.

Un nuovo colore Pantone, color Rosso Period

Il nostro sangue, lo abbiamo detto è di miliardi di sfumature di rosso e marrone e, in casi particolari, vira verso il rosa, l’arancione o il grigio. Pantone ha scelto la più vivida sfumatura di rosso per rappresentare il sangue mestruale e parlare di Period Poverty e stigma mestruale. Bravi!

  1. Cunningham FG, Leveno KJ, Bloom SL, Spong CY, Dashe JS, Hoffman BL, Casey BM, Sheffield JS. Williams Obstetrics. 24th ed. New York: McGraw Hill Education; 2014. 84–86 p.
  2. Davies J, Kadir RA. Endometrial haemostasis and menstruation. Rev Endocr Metab Disord. 2012;13(4):289-99.
  3. Garry R, Hart R, Karthigasu KA, Burke C. A reappraisal of the morphological changes within the endometrium during menstruation: a hysteroscopic, histological and scanning electron microscopic study. Hum Reprod. 2009;24(6):1393-1401.
  4. Jones RE, Lopez KH. Human reproductive biology. 3rd ed. Burlington, MA: Elsevier; 2006.
  5. Dasharathy SS, Mumford SL, Pollack AZ, Perkins NJ, Mattison DR, Wactawski-Wende J, et al. Menstrual bleeding patterns among regularly menstruating women. Am J Epidemiol. 2012 Mar 15;175(6):536-45.
  6. Petignat P, Roy M. Diagnosis and management of cervical cancer. BMJ. 2007 Oct 13;335(7623):765-8.
  7. https://www.medicalnewstoday.com/articles/324848#10
  8. https://www.alessandragraziottin.it
Condividi questo articolo:

Potrebbe anche interessarti …

Assorbenti a domicilio: lo shop online di Ecoluna

Perchè è necessario (ed etico) uno shop online di assorbenti? In questi giorni è necessario limitare le uscite nei negozi e al supermercato: solo per acquisti di prima necessità, e avendo cura di fare una spesa sufficiente per...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *