Siamo tornate dalle vacanze e, come a ogni giro di boa, abbiamo un sacco di buone intenzioni: andrò in palestra, mi metterò a dieta, perfezionerò il mio inglese e chi più ne ha più ne metta. A volte capita che il sacco resti chiuso e che ci accontentiamo di immaginare tutti i miglioramenti che potremmo ottenere.

Ma, in tutti questi programmi, avete mai pensato alla muscolatura intima? Certo, non si vede, ma è di importanza fondamentale per la nostra salute: una muscolatura pelvica forte previene l’incontinenza e regala una vita sessuale più gradevole, a noi e al nostro compagno. Non pensate sia un problema solo delle donne “in età”: gravidanze, sovrappeso e sport di forte impatto possono indebolire il pavimento pelvico a qualsiasi età.

Fai il test, verifica la tua tonicità e scopri come eventualmente la puoi migliorare.

TEST

MISURA LA FORZA DEL TUO PAVIMENTO PELVICO
Urini troppo spesso in rapporto ai liquidi
che assumi in giornata?

 

Raggiungi facilmente l’orgasmo?

 

A – mai
B – occasionalmente
C – spesso
D – sempre

 

A – sì, multiplo
B – solitamente sì
C – qualche volta
D – mai

 

Hai perdite di urina quando starnutisci,
tossisci, ridi, corri?
Quanti figli hai partorito?

 

A – mai
B – occasionalmente
C – solo a vescica piena
D – sempre

 

A – nessuno
B – uno
C – due
D – più di 3

 

Ti alzi di notte
per andare in bagno?

 

Sei in menopausa?

 

A – mai
B – qualche volta
C – 1 volta
D – più volte a notte

 

A – non ancora
B – forse
C – sì, ma uso l’HRT
D – sì

 

Sai sempre dove sono i bagni?

 

Come hai partorito?

 

A – sì, a casa e al lavoro
B – nei centri commerciali
C – sulla strada verso casa
D – in tutti i luoghi che frequento

 

A – non ho mai partorito
B – con taglio cesareo
C – con parto vaginale
D – con forcipe

 

Stai attenta a quanto bevi?

 

Ti capita di stringere le gambe e cercare disperatamente un bagno?

 

A – mai
B – a volte
C – nei viaggi lunghi
D – sempre

 

A – mai
B – qualche volta
C – se sto fuori a lungo
D – sempre

 

Puoi saltare
o fare altre attività energiche?

 

Ti è capitato di non raggiungere in tempo
il bagno o di avere un “piccolo incidente”?
A – sì, senza pensarci
B – sì, dopo avere urinato
C – solo per un tempo breve
D – no

 

A – mai
B – ogni tanto
C – spesso
D – sempre

 

Quando vai in bagno
hai la vescica piena?

 

Sei spaventata durante i viaggi lunghi,
le passeggiate, i pic-nic?

 

A – sì
B – abbastanza
C – non molto
D – appena una goccia

 

A – mai
B – ci penso
C – sì
D – no

 

Risultato del test

Prevalenza di risposte A
Non dovresti avere alcun problema di incontinenza, ma potresti iniziare in via preventiva a rafforzare il tuo pavimento pelvico, con semplici esercizi Kegel (vedi sotto di cosa si tratta).

Prevalenza di risposte B
È tempo di pensare al tuo pavimento pelvico. Fai esercizio tutti i giorni e valuta se investire in un trainer che ti aiuti a rafforzare la tua muscolatura pelvica (vedi sotto, alla voce Sfere e Coni).

Prevalenza di risposte C
Devi iniziare subito il lavoro per tonificare il tuo pavimento pelvico. Acquista un buon elettrostimolatore e in poche settimane vedrai i primi significativi miglioramenti (vedi sotto, alla voce Elettrostimolatore).

Prevalenza di risposte D
Parlane con il tuo medico per trovare la giusta strada per migliorare la tua incontinenza.
Se scegli la riabilitazione, un buon elettrostimolatore può darti ottimi risultati in 10-12 settimane (ma il miglioramento si percepisce molto prima).

Sei ancora incerta?

Scopri Educator, un semplicissimo strumento a basso costo (solo € 18,90) per il controllo della tonicità pelvica e dei miglioramenti ottenuti mentre fai ginnastica o terapia con l’elettrostimolatore.

ESERCIZI KEGEL

Gli esercizi Kegel sono semplici esercizi per contrarre la muscolatura pelvica, efficaci se ben eseguiti e fatti con costanza quotidiana. Bisogna contrarre contemporaneamente e con forza ano e vagina (si percepisce la contrazione del pavimento pelvico) e poi rilasciare. Ripetere più volte la contrazione. Inizialmente possono essere faticosi: iniziare con 10 contrazioni e aumentare il numero progressivamente fino ad arrivare a 60. Attenzione a contrarre la muscolatura pelvica e non quella addominale.

SFERE E CONI

Come si usano?

Si inseriscono in vagina e devono essere trattenuti. La contrazione spontanea della muscolatura per tenerle in loco, o per “riprenderle” se si ha la sensazione che scendano verso il basso, fa fare un’utile ginnastica alla muscolatura vaginale e, nel tempo, la tonifica. Puoi anche usarle in modo attivo per fare gli esercizi Kegel: durante la contrazione le palline salgono e scendono, nel cosiddetto esercizio dell’ascensore.

Quanto tempo devono essere usate?

Non c’è un tempo standard, anche pochi minuti al giorno sono utili. Nel tempo, se avrai la costanza di utilizzarle quotidianamente, il tempo dell’esercizio potrà essere progressivamente aumentato.

Quando la muscolatura è sufficientemente tonica per trattenerle, possono essere indossate anche per ore mentre si svolgono altre attività.

Che differenza c’è tra le palline Smartballs, il PELVIXCONCEPT e il PERICALM?

Le Smartballs sono disponibili in 2 modelli (da una o da due palline) e hanno un peso fisso. Sono adatte per la prevenzione e/o per il mantenimento della tonicità pelvica. Il modello con una pallina (35 gr) è adatto a tutte, quello con due palline (70 gr) è adatto alle donne giovani perché il peso può essere trattenuto solo da una muscolatura non compromessa.

Il sistema PELVIXCONCEPT è costituito dal cono da 17 g e  le sue sfere da inserire: 1 da 26 gr, una da 34 e l’ultima da 51 grammi. E’ possibile iniziare la ginnastica con il solo cono da peso molto leggero e aumentarlo via via che i muscoli si rafforzano e lo trattengono aggiungendo e combinando fra loro le sfere.

Adatto a una ginnastica di tipo riabilitativo.

ELETTROSTIMOLATORE

Pericalm è un elettrostimolatore clinicamente testato per l’esercizio del pavimento pelvico, utilizzabile con sonde vaginali e/o anali. L’apparecchiatura offre programmi specifici per l’incontinenza da stress (piccole perdite in occasione di eventi quali tosse, sternuti, corse, salti, ecc.) e per l’incontinenza da urgenza (stimolo a urinare e impossibilità a raggiungere il bagno in tempo). La ginnastica è passiva, i tempi di recupero più rapidi che con i coni o le sfere. Adatto a una ginnastica di tipo riabilitativo.

Hai dei dubbi sul pavimento pelvico?

Scrivi a assistenza@labottegadellaluna.it