Slow sex, fast sex, no sex! (il sesso Lento, veloce o assente)
Sesso lento, sesso veloce, sesso, performance, sesso dedicato, sesso consumato. E se poi non raggiungo l'orgasmo? E se poi non mi piace? Sì, prendiamoci tutto il tempo. Ma chi ha tempo?! Fai veloce, vai lento. Facciamo domani.
Condividi questo articolo:

Aiuto! È andato in tilt il sistema? Forse. Quello sessuale pare. Da un po’ di tempo aleggiano nel lessico comune, due terminologie: slow sex e fast sex… mai sentite?
Allora facciamo un po’ di chiarezza, partendo prima da qualche dato statistico sul comportamento sessuale degli italiani.

Ogni quanto le persone fanno sesso?

Nel periodo che va dal 2014 al 2018, in Italia è stato condotto uno studio che ha contribuito a stabilire l’interazione del comportamento sessuale degli italiani con la loro vita di tutti i giorni. La ricerca ha analizzato la frequenza media dei rapporti sessuali degli italiani, in età compresa tra 16 e 44 anni, in quel lasso di tempo.
È emerso che la frequenza dei rapporti sessuali nel 2018 è calata notevolmente, stabilendosi in tutto a 5 volte al mese, anziché 6 nel 2014.

Quelli che non lo fanno: né lento, né veloce…

E nel 2019? Le cose non sono di certo migliorate! Il Rapporto Censis-Bayer sui nuovi comportamenti sessuali ci dice che 1,6 milioni di italiani tra i 18 e i 40 anni non fa sesso. In vent’anni la percentuale è passata dal 3% del totale all’11,6%. Sono 220mila le “coppie bianche” in Italia: ossia persone con relazioni affettive stabili ma senza alcun rapporto sessuale e 700mila quelle che dichiarano di non esser interessate al sesso in questo periodo.

Perché si smette di fare sesso?

Fattori frequenti che causano la riduzione del desiderio sessuale sono:

  • Disturbi psicogeni
  • Impiego di gadget a letto (no, non stiamo parlando di sex toys, più di cellulari e apparecchi tecnologici vari)
  • Forte stress
  • Considerare il sesso come una performance
  • Disturbo depressivo
  • Riduzione della sicurezza sessuale, che genera a sua volta
    • Secchezza vaginale
    • Riduzione della libido
    • Sensazione di ansia durante il coito
    • Sindrome dolorosa durante il rapporto sessuale
    • Difficoltà ad ottenere o mantenere l’erezione

Ovviamente, tutti questi elementi, hanno contribuito a vivere il sesso in molti modi differenti, oggi ne analizzeremo due: fast sex, ovvero sesso veloce e slow sex: sesso lento.

Fast sex: molto più di una sveltina

È bene fare una premessa: il desiderio sessuale non si esprime solo all’interno di una relazione stabile. Si può fare sesso senza amore o impegno. Il sesso può essere piacere e niente di più, a patto ovviamente che queste considerazioni siano condivise, chiare e non subite da uno dei partner.
Generalmente questo è il caso più frequente – quando il sesso avviene al di fuori di un rapporto – in qui si parla di (e si definisce) sesso veloce. Non si costruisce una sessualità a lungo tempo, da dover alimentare. Si consuma tutto nell’atto.
Cosa c’è di sbagliato? Niente. Di triste? Assolutamente niente. Può essere divertente? Accipicchia sì! A patto che non si trasformi in una ricerca spasmodica di performance sessuale rivolta a più partner possibili in breve tempo.
Non solo per eludere cuori infranti, ma per evitare a lungo andare un fallimento nella prestazione ricercata a tutti i costi. Come si manifesta la disfatta? Con eiaculazioni precoci e difficoltà di erezione negli uomini, calo del desiderio in generale, dolore sessuale e anorgasmia nella donna.

Sesso veloce, quando può trasformarsi in una performance fallimentare?

L’assenza di una relazione consolidata tra i due partner, fa sì che tutta l’attenzione sia concentrata esclusivamente sul rapporto sessuale: quello che può succedere è che si sorvoli sul proprio piacere per concentrarsi esclusivamente nell’impressionare l’altro… spesso fallendo, a causa della mancanza di complicità e confidenza tra i partecipanti, elementi utili a gestire l’ansia e la paura di sbagliare.

Il fast sex positivo in coppia

Il sesso veloce non è assolutamente da condannare, anzi! Ad esempio la celeberrima sveltina, può rivelarsi un punto di forza nel rapporto di coppia, quella carta in più da giocare “in tutti i modi, in tutti i luoghi in tutti i laghi in tutto il mondo” per mantenere vivo un rapporto magari un po’ datato.

Cos’è invece il sesso lento?

Slow sex, sesso lento, dedicato, pensato. Diluito nel tempo, perché il fine non è il veloce raggiungimento dell’orgasmo ma il sentiero che porta al climax (apice del piacere). La letizia consiste nel perlustrare ogni dettaglio di sé e dell’altra persona e tracciare nuove sensazioni proprie e del partner. Avere tempo e desiderio di esplorare in condivisione con l’altro parti della propria sessualità e tracciare nuove mappe sensoriali. Lo slow sex può essere uno stimolo ulteriore nella coppia per condividere una sessualità più consapevole e contribuisce alla costruzione di un tempo sessuale dedicato, con costanza e complicità.

Come tenere vivo il desiderio in coppia

Il sesso non è una performance, è fondamentale imparare a ridare alla sessualità la sua condizione di piacere e benessere. Fare l’amore lentamente, è un occasione per sentirsi liberi di ridefinire tempi e modi, non seguire abitudini e automatismi che uccidono la passione, mettersi in ascolto dell’altro, essere predisposti a giocare con il sesso.
Il sesso lento è un rapporto non consumato velocemente, ma vissuto e costruito pezzo per pezzo nel corso del tempo. Incastrato come si fa con i mattoncini lego, messi uno sopra all’altro per avere visioni nuove e creare scenari differenti.

Ma nella pratica, come esercitare lo slow sex?

“La pratica dello slow sex permette a entrambi i membri della coppia di connettersi col proprio corpo, ma anche di essere in ascolto dei desideri propri e altrui per arrivare insieme al piacere. Si tratta di rivolgere la propria attenzione a quel che vive il corpo, lasciando da parte la dimensione psichica dell’immaginazione, del ricordo o dell’attesa. spiega Cécile de Williencourt, ostetrica autrice del libro Trésors de femme (Mame)

  • Create l’atmosfera giusta ha la sua importanza: musica o silenzio, candele, oli, essenze, trasparenze
  • Via cellulari e altre distrazioni: ci sarà solo il sesso e l’intimità condivisa con premura
  • Dedicatevi ai preliminari, massaggi, carezze, confidenze
  • Ascoltate il respiro e le vostre sensazioni corporee, anche le più piccole
  • Concentratevi su parti del corpo che generalmente saltate
  • Non abbiate fretta di arrivare alll’orgasmo
  • E poi, perché non sperimentare insieme quel sex toys chiuso nel cassetto?

In un mondo veloce e sempre connesso su più fronti, riscoprire la tranquillità anche tra le lenzuola, potrebbe aiutare a percepire con più attenzione ciò che ci circonda. Pensare al sesso solo come ad un contenitore da riempire con esperienze trasgressive, numeri e performance, o peggio, come ad uno dei tanti impegni da assolvere, è tossico e dannoso. Ripensare alla sessualità come a un evento importante a cui dedicare il giusto spazio e il giusto peso (anche durante il sesso veloce e occasionale) sicuramente alleggerisce il corpo, la mente e il cuore.

Condividi questo articolo:

Potrebbe anche interessarti …

CAPODANNO IN COPPIA: UN’IDEA PER RENDERE SPECIALE LA SERATA 2020

Capodanno e le feste natalizie si avvicinano: stavolta, per molte di noi, le tradizioni familiari non potranno essere attuate come al solito. E se ci trovassimo a passare per Natale o Capodanno l’ennesima serata in coppia? La nostra proposta per uscire dal torpore di queste giornate e provare in coppia un’esperienza ad alto tasso erotico e sensuale.

L’evoluzione del sesso in televisione

Il cambiamento è sotto gli occhi di tutti e decisamente evidente. Nel corso degli anni la televisione, e in particolare le serie americane, hanno infranto i tabù del sesso in un modo più esplicito rispetto al grande schermo.

L’evoluzione del sesso dai primati ai giorni nostri

Mi è venuta in mente una canzone d’amore molto particolare… parla di un nostro antenato “scimmione” di 750.000 anni fa che si innamora perdutamente di una “scimmiona”, ma non osa dichiararsi per paura di un rifiuto… *   Intenerita dal cuore spezzato di questo ...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *